Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

Il comportamento dei dipendenti della scuola è regolato da una serie di norme, che stabiliscono il quadro complessivo degli obblighi del personale, gli illeciti disciplinari, le relative sanzioni e le procedure di irrogazione.

Si pubblicano in quest’area del sito web di istituto il codice di comportamento e il codice disciplinare, costituiti dai seguenti documenti normativi di riferimento.

Il pubblico impiego è regolato dal D. Lgs. 165/2001 con s.m.i. 

Ai sensi dell’art. 55, c. 2 del D. Lgs. 165/01, come modificato dall’art. 68 del D. Lgs 150/09, vengono qui pubblicati tutti i documenti relativi al personale interessato.

 Indicazioni e istruzioni per l’applicazione al personale della scuola delle nuove norme in materia disciplinare introdotte dal D. Lgs. 27 ottobre 2009, n. 150

  • Circolare MIUR n. 88, prot. n. 3308 dell'8 novembre 2010, contenente le "Indicazioni e istruzioni per l'applicazione al personale della scuola delle nuove norme in materia disciplinare introdotte dal decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150".
  • Circolare Funzione Pubblica n. 14 del 23 dicembre 2010: D.lgs. n. 150 del 2009 – disciplina in tema di infrazioni e sanzioni disciplinari e procedimento disciplinare – problematiche applicative.
  • Nota U.S.R. Lombardia n. 4026 – 11 aprile 2011. Applicazione sanzioni disciplinari – Personale amministrativo, della scuola e dirigenziale – Indicazioni operative.

Le norme contenute nel Codice si applicano a tutto il personale dipendente ed in servizio presso il MIUR (Amministrazione centrale e periferica), ivi compreso quello con qualifica dirigenziale, con rapporto di lavoro a tempo indeterminato e determinato, a tempo pieno e a tempo parziale, nonché il personale comandato.

Inoltre, i doveri di comportamento e gli obblighi di condotta del Codice si applicano altresì, ai collaboratori o consulenti con qualsiasi tipologia di contratto o incarico a qualsiasi titolo, ai dipendenti o collaboratori a qualsiasi titolo di imprese e ditte fornitrici di beni o servizi in favore dell'amministrazione e che svolgano la propria attività all’interno del Ministero o presso gli USR.

La violazione degli obblighi previsti dal Codice integra comportamenti contrari ai doveri d'ufficio ed è fonte di responsabilità disciplinare nonché, nei casi previsti, di responsabilità penale, civile, amministrativa o contabile.

Ai sensi del disposto di cui all’art. 55, secondo comma, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, così come modificato dall’art 68 del D. Lgs. 150 viene disposta la pubblicazione del codice disciplinare (recante l’indicazione delle infrazioni e relative sanzioni) nel presente sito web.

Tale pubblicazione equivale a tutti gli effetti alla sua affissione all’albo della sede di lavoro.